Dove bere la birra a Milano

I 5 migliori locali dove bere birra a Milano

di Kate Canova

A Milano ci sono delle vere e proprie istituzioni dove poter bere una buona birra: ecco i nostri consigli per una piacevole serata fra amici

Benvenuti nella capitale della moda, la Milano da bere! Sì ma… Bere cosa? A Milano si può trovare di tutto, cocktail, vino, long drink… Ma ci sono volte in cui tutto quello che ci vuole a fine giornata è una bella birra fresca. Anche in questo caso c’è l’imbarazzo della scelta, e quindi ecco qui 5 idee per posti dove bere una birra a Milano.

Dove bere la birra a Milano

Birra a Milano, l’istituzione: il birrificio di Lambrate

Via Privata Adelchi 5, Via Golgi 60

Ogni milanese appassionato di cerveza non può non conoscere il Birrificio di Lambrate. Situato in una zona popolata da studenti, conta due locali, conosciuti come “il vecchio” e “il nuovo”, propone una selezione di birre artigianali con nomi che fanno riferimento alla città che lo ospita. Un esempio? La Sant’Ambreus, una birra chiara doppio malto che prende il nome dal Santo protettore di Milano, oppure la Gaina, una IPA il cui nome fa riferimento ad un termine dialettale usato per indicare l’andatura tipicamente incerta di chi ha bevuto qualche birra di troppo. Pieno ogni giorno della settimana, non aspettatevi di trovare un tavolo libero, ma tanta convivialità. Imperdibile.

Dove bere la birra a Milano

Birra a Milano, l’alternativa: Je suis Jambon

Piazza della Trivulziana 4

In zona Bicocca questo piccolo bar offre, oltre ad una serie di birre alla spina con nomi di generi musicali (hai mai provato la INDIE ALE? E che mi dici della Grunge IPA?), anche un’incredibile selezione di birre in bottiglia. Fun fact: il locale è simpaticamente decorato a tema maiali: poster, soprammobili, salvadanai… Tutto qui ha riferimenti suini. Vale la pena una visita per bere una birra che non si conosce, fosse anche solo per le bellissime illustrazioni delle etichette. Provare per credere.

Dove bere la birra a Milano

Birra a Milano, la location che vale la pena vedere: Carlsberg Ol

Via Bastioni di Porta Nuova, 9

Situato in una zona centralissima questo locale offre una selezione di birre tra le quali ovviamente spicca il marchio Carlsberg. Benché dal fuori non si veda, il locale è sviluppato al piano interrato e la location è veramente spettacolare: pareti di roccia, candele, un dehors estivo accanto ad un canale che regala un bel contorno. Offre anche cucina ed è dotato di schermi in cui vengono trasmesse le partite di diversi sport. Il locale è incredibilmente grande, il servizio quindi non rapidissimo ma può sicuramente regalare serate piacevoli.

Dove bere la birra a Milano

Birra a Milano, un’atmosfera d’altri tempi: Aux Vieux Strasbourg

Via Gaetano Strambio 29

Non molto lontano dal birrificio di Lambrate sorge questo pub dove si può bere una buona birra belga. Anche l’arredamento ha questo tipo di ispirazione, con pavimenti, tavoli e bancone in legno scuro, e lo stesso vale per il metodo di spillatura. Di tanto in tanto suona la campana, è il momento di sollevare i bicchieri e fare un brindisi. E poi ovviamente svuotarli ed ordinare un altro giro.

Birra a Milano, l’opzione fai-da-te: una Moretti da 66 alle colonne

Colonne di San Lorenzo

Va bene, forse non è un’opzione molto chic, e probabilmente la birra Moretti non è la più buona tra quelle elencate in questo articolo, ma una delle cose da fare, almeno ogni tanto, è andare alle Colonne di San Lorenzo, comprare una birra in uno dei baretti super economici nei paraggi e sedersi a berla sui gradini o sul pavimento della piazza. Soprattutto nella bella stagione, la piazza si riempie di persone dal dopocena fino a notte inoltrata, ed è molto facile conoscere ragazzi, soprattutto studenti. Inoltre pur essendo in pieno centro i vari locali intorno alla piazza hanno prezzi super contenuti, dovuti al fatto che fanno soprattutto asporto. Divertimento assicurato.

Quindi non resta che decidere da dove cominciare ed andare a bere una birra a Milano… Cheers!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo anche tu taggando Uniglobe, per te la possibilità di vincere un ingresso omaggio all’aperitivo del Just Cavalli. Contattaci per maggiori informazioni.

Milano PhotoWeek 2018

Milano PhotoWeek 2018, torna l’appuntamento con la fotografia

di Valentina Scillieri

Torna la Milano PhotoWeek, giunta alla sua seconda edizione. Anche quest’anno, da lunedì 4 a domenica 10 giugno, la capitale lombarda ospiterà questa importante manifestazione dedicata alla diffusione della fotografia attraverso mostre, opening, proiezioni, film, workshop e molto altro.

Ecco i dettagli di questa settimana della fotografia e gli appuntamenti da non perdere.

Milano PhotoWeek, la fotografia al centro della città

Il fulcro di questa edizione 2018 della Milano PhotoWeek sarà la fotografia come strumento fondamentale per l’indagine della contemporaneità e della società attuale. L’analisi, condotta anche attraverso dei progetti educational, sarà resa possibile grazie alla collaborazione di BNL Gruppo BNP Paribas e de Internazionale e World Press Photo.

Il luogo principe di questa edizione sarà Palazzo Reale che ospiterà diversi eventi, fra cui una libreria fotografica di Contrasto Editore e quattro mostre gratuite realizzate in collaborazione con i Musei Vaticani, il Centro Ceco di Milano, Whirlpool EMEA e ArtsFor. Nel cortile di Palazzo Reale poi verranno organizzate tre serate di cinema all’aperto grazie all’aiuto di Anteo.

Fra gli altri luoghi simbolo della città di Milano che ospiteranno appuntamenti della PhotoWeek si possono ricordare Accademia di Belle Arti di Brera, Armani Silos, BASE Milano, Fondazione Prada, Fondazione Stelline, Frigoriferi Milanesi, Galleria Carla Sozzani, GAM Milano, MiBACT, MiCamera, MUFOCO, Palazzo Litta.

Milano PhotoWeek 2018

Due appuntamenti particolari animeranno poi questa edizione 2018 della Milano PhotoWeek. Il primo è un aperitivo accompagnato da proiezioni e letture presso Casa Corona. Il secondo è invece un vero e proprio set fotografico urbano di fronte alla Leica Galerie Milano, dove professionisti del mestiere saranno a disposizione dei cittadini per immortalarli in scene di vita quotidiana.

Milano PhotoWeek, ecco gli appuntamenti da non perdere

Uno dei workshop più interessanti che si svolgeranno durante la Milano PhotoWeek dal 4 al 10 giugno è “Urbiquity Urban Lab”, un laboratorio fotografico d’investigazione urbana che offre a fotografi, sociologi, urbanisti e visual artists strumenti alternativi per osservare e comprendere aspetti chiave della città contemporanea. Il lavoro di ricerca e analisi sarà condotto concentrandosi sulla tematica “In Transit”, attraverso la quale si cercherà di comprendere il quartiere di via Padova con incontri, urban walks, e sessioni di ricerca sul campo.

Milano PhotoWeek 2018

Torna come di consueto anche l’appunto con la mostra del premio fotogiornalistico World Press Photo, presso la Galleria Carla Sozzani. Questo riconoscimento è per tutti quei fotografi che nel corso dell’anno precedente alla premiazione (2017) abbiano fotografato un avvenimento o un argomento di forte rilevanza giornalistica.

L’Accademia di Brera ospiterà invece “La fotografia nei musei tra documentazione e interpretazione”, un incontro nato dal progetto In Piena Luce, creato per realizzare il primo fondo di fotografia contemporanea nelle Collezioni dei Musei Vaticani. Interverranno Simone Bergantini, Giovanni Careri, Micol Forti, Ignazio Gadaleta, Cosmo Laera, Franco Marrocco, Alessandra Mauro e il fotografo Francesco Jodice. A seguire, una visita guidata all’esposizione con le curatrici della mostra Micol Forti, Alessandra Mauro e i fotografi presenti.

Nella splendida cornice dalla Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale verrà ospitato poi l’appuntamento “Ampie vedute – Storie di fotogiornalismo” a cura de Internazionale. Una serie di tre incontri in cui le immagini ci porteranno dentro tre storie che riguardano il mondo in cui viviamo. Un altro evento da non perdere durante la Milano PhotoWeek è infine il set fotografico urbano organizzato davanti al Leica Galerie: un gruppo di fotografi professionisti realizzerà una serie di ritratti di lavoratori milanesi, tra i quali ne verranno selezionati 40, che verranno esposti in mostra in sede da destinarsi entro il 2018.

Siete pronti per partecipare all’imperdibile appuntamento della Milano PhotoWeek 2018?

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo anche tu taggando Uniglobe, per te la possibilità di vincere un ingresso omaggio all’aperitivo del 24 giugno al Just Cavalli. Contattaci per maggiori informazioni.

piano city milano 2018

Piano City Milano 2018, programma e novità

di Valentina Scillieri

Da venerdì 18 a domenica 20 maggio 2018 Milano ospiterà Piano City 2018, la manifestazione musicale arrivata alla sua settima edizione. Potrete assistere  a oltre 470 concerti sparsi in giro per la città per un totale di più di 50 ore di musica. Maratone notturne, lezioni di piano, spettacoli itineranti e concerti in casa e nei cortili sono solo alcuni degli esempi di evento a cui potrete partecipare.

Piano City Milano, fra passato e futuro

La prima edizione di Piano City Milano risale al maggio 2012. Per la prima volta i cittadini aprirono le porte delle loro case e dei loro cortili alla musica del pianoforte. Gli house concert sono da sempre stati il fulcro di tutta la manifestazione e una delle chiavi di successo della stessa. La vera caratteristica che contraddistingue Piano City Milano rispetto ad altri spettacoli musicali pubblici è la volontà di portare la musica in ogni angolo della città, trasformando Milano in una grande sala concerti.

concerti diffusi di Piano City possono essere di due tipologie:

  • City Concert, ovvero quelle esibizioni dedicate ai cittadini e che si svolgono nei luoghi della quotidianità;
  • Guest Concert, quegli appuntamenti auto-prodotti da scuola, associazioni ed altri.

Durante il periodo di Piano City, Milano riscopre la sua anima artistica e romantica, in ogni angolo delle sue strade. La città in continua trasformazione viene valorizzata in tutti i suoi aspetti da questa manifestazione, che nel tempo è stata promotrice della ridefinizione e riqualificazione di quartieri come Nolo, Ventura, Ripamonti, CityLife e Porta Nuova.

Piano City 2018, novità e concerti da non perdere

Piano City 2018 verrà inaugurata venerdì 18 maggio alle ore 21 alla GAM con un concerto di Aziza Mustafa Zadeh, una musicista conosciuta a livello internazionale. La caratteristica di Aziza è di saper coniugare finemente la tradizione musicale dell’Azerbaijan, il suo Paese d’origine, con le sonorità jazz dell’Occidente e i brani di  Liszt, Schumann e Bach.

Domenica 20 maggio non perdete poi il concerto gratuito di Vinicio Capossela sempre alla GAM. Il Castello Sforzesco invece, sempre domenica 20 maggio, sarà la cornice che ospiterà le imperdibili otto ore di musica di Shubertiade. Sabato 19 maggio presso le piscine dei Bagni Misteriosi si terrà un suggestivo spettacolo sonoro notturno.

La principale novità di Piano City 2018 sarà invece un Piano Center notturno, presso la Palazzina Liberty, venerdì 18 e sabato 19. Questo spazio ospiterà due Piano Night, dove la tradizione del pianoforte verrà coniugata con la sperimentazione elettronica. Due affascinanti concerti sull’acqua rappresentano poi un’altra innovazione di Piano City Milano: sabato 19 maggio il concerto di Andrea Vizzini, che da una pedana galleggiante eseguirà brani di Bach, Beethoven, Satie, Chopin, Liszt e Debussy da una piattaforma galleggiante; e domenica 20 maggio quello con Pol Solonar, che, all’alba nella cornice dell’Idroscalo, vi incanterà con soavi melodie.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo anche tu taggando Uniglobe, per te la possibilità di vincere un ingresso omaggio all’aperitivo del 27 maggio al Just Cavalli. Contattaci per maggiori informazioni.

Fuorisalone 2018

Fuorisalone 2018, nuove prospettive nel mondo del design

di Valentina Scillieri

Manca ormai veramente pochissimo a una delle manifestazioni di Milano più attese dell’anno: il Fuorisalone. Un evento in cui designer, artisti e semplici cittadini si incontrano per scambiare idee e opinioni sulle ultime tendenze nel mondo del design e possono partecipare a perfomances uniche nel loro genere.

Fuorisalone 2018: Wilson & Morris, quando il design sposa il colore

Durante la manifestazione del Fuorisalone 2018 – in particolare da martedì 17 aprile a venerdì 20 aprile – il brand italiano Wilson & Morris presenterà in anteprima il progetto “Benessere Casa”, realizzato in collaborazione con l’artista e designer Nicola Baccaglini.

Dalle ore 10 alle ore 19, con aperitivo dalle ore 18 alle ore 19, presso lo Studio Pisk (via Galeazzo Alessi 1, zona Porta Genova-Sant’Agostino) appassionati del settore e semplici curiosi potranno scoprire la nuova palette 2018 del brand. Interior design e colore sono i focus attorno a cui ruota la collezione.

Al centro della ricerca innovativa di Wilson & Morris vi è appunto il concetto di design che sposa il colore. Quest’ultimo è visto come mezzo decorativo fondamentale per creare un dialogo fra persone e ambiente, al fine di favorire la comprensione di sé.

Fuorisalone 2018: Schiffini, la cucina al centro della ricerca

Allo Schiffini Space Milano in via Visconti di Modrone 12 l’omonimo brand di cucine parteciperà al Fuorisalone con due nuovi progetti: l’uno realizzato in collaborazione con il designer inglese Jasper Morrison, l’altro una inedita realizzazione del designer e architetto italiano Vico Magistretti. Da martedì 17 aprile a domenica 22 aprile dalle ore 10 alle ore 21 sono date e orari da segnarsi in agenda. Lunedì 16 aprile dalle 18 alle 21 ci sarà la press view e un cocktail su invito giovedì 19 aprile nello stesso orario.

Per la collaborazione con Jasper Morrison Schiffini porta avanti avanti il ‘Lepic program’, un programma di cucine che completa il modello Lepic. La zona living e cucina vengono infatti pensati, nel moderno concetto di casa, come cuore dell’abitazione, e per questo motivo realizzati come un tutt’uno e non più come zone separate.

L’altra grande novità che Schiffini porta in scena per questa Milano Design Week è un inedito progetto di Vico Magistretti, con esclusive finiture dell’iconica cucina Cinqueterre, simbolo di avanguardia nel settore.

Fuorisalone 2018: Albed e il design allo specchio

Da martedì 17 aprile a domenica 22 aprile presso lo showroom D+ Interiors in Via San Damiano 5 (zona San Babila) Albed presenta il percorso espositivo “Il design di ALBED allo specchio”. In uno spazio di 300 mq su due livelli si svilupperà un vero e proprio concept store: il pubblico vivrà un’esperienza di interior design immersiva e innovativa.

Dante Digital Mirror è il nome dell’oggetto di design creato dalla realtà italiana di Evoluendo e durante il Fuorisalone 2018 questo gioco di specchio-non-specchio permetterà ai visitatori di vivere con una nuova prospettiva spazi della casa.

Fuorisalone 2018: Toscanini e gli oggetti quotidiani trasformati in prodotti di design

Inaugurerà martedì 17 aprile, nel pieno della Milano Design Week, e durerà fino a sabato 5 maggio 2018 la mostra di oggetti quotidiani di alta qualità firmata dal brand Toscanini. L’azienda, che dal 1920 è portavoce dell’eccellenza del made in Italy, sarà per il secondo anno consecutivo partner dell’evento Fattobene Pop Up Store (Corso Garibaldi 46).

Durante l’esposizione i visitatori potranno ammirare oggetti di uso quotidiano resi da Toscanini vere e proprie opere di design e artigianato. In particolare sarà possibile acquistare il porta accessori A-Nello. Il prodotto è stato realizzato con una particolare finitura cerata e gancio cromato. Sarà inoltre disponibile nell’esclusivo packaging con all’interno una cartolina del Brera Design District in legno di cedro profumato.

Siete pronti per una full immersion nel mondo del design?

Vuoi conoscere i migliori eventi del Fuorisalone 2018? Contattaci al 3311567421 o compila il nostro form.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo anche tu taggando Uniglobe, per te la possibilità di vincere un ingresso omaggio all’aperitivo di chiusura del Fuorisalone del 22 aprile al Just Cavalli. Contattaci per maggiori informazioni.

aperitivo uniglobe

L’Eterno ritorno dell’aperitivo

di Martino Loiacono

È un vero eterno ritorno. Sì, l’aperitivo è nuovamente una consuetudine per giovani e meno giovani. Sarà per il suo carattere meno formale rispetto alle cene tradizionali, sarà per la sua semplicità, sta di fatto che l’aperitivo è tornato di moda.
La tendenza è sempre più evidente: basta aprire Facebook ed Instagram e si è sommersi da piatti pieni di leccornie e da i più svariati drink. Dal classico spritz con patatine fino ai cocktail più raffinati, anche i social dimostrano questa tendenza.

A Milano l’aperitivo, almeno dagli anni Ottanta, è una sorta di culto. Evitando i cosiddetti sbatti, magari dopo una giornata di lavoro, l’aperitivo permette di svagarsi senza la serietà di una cena. È il perfetto ritrovo per gli amici che hanno voglia di uscire senza troppo impegno. Non a caso la pubblicità del Campari recita: “Piacere di incontrarsi”.
Insomma, l’aperitivo è il modo migliore per incontrarsi senza troppa formalità e anche senza spendere troppo.

Bastano infatti pochi euro per sfamarsi e godersi un ottimo cocktail accompagnato dalle più svariate cibarie. Possiamo distinguere tra un aperitivo servito al tavolo, forse più classico, e l’aperitivo a buffet. La tendenza al buffet è forse la dimensione migliore per il discorso che andiamo svolgendo. Non solo è possibile scegliere cosa bere, ma anche cosa e quanto mangiare. Si possono così soddisfare i palati più esigenti, ma anche gli appetiti più insaziabili.

Infine non va dimenticata la dimensione rituale dell’aperitivo. L’aperitivo infatti è il momento ideale per intrattenere rapporti e per fare nuove conoscenze. Anche per questo l’aperitivo è un momento irrinunciabile, per chi ha voglia divertirsi.

L’aperitivo ovvero una minicena informale, aperta a nuove conoscenze, spesso molto gradite..

 

Ti è piacuito l’articolo? condividilo anche tu, per te la possibilità di vincere aperitivo omaggio

 

Sei alla ricerca di un aperitivo? Leggi anche l’articolo sugli aperitivi milanesi oppure contattaci al 📱3311567421, sapremo organizzarti l’aperitivo su misura per te!

aperitivo-londra-top copia 2

Aperitivi estivi a Milano e dove trovarli

di Andrea Carminati

 

Vacanze, sole, mare, aperitivi estivi, relax. Sono queste le parole che ognuno vorrebbe associare all’arrivo dell’estate. Studenti e lavoratori della città meneghina purtroppo sanno bene che l’arrivo della bella stagione porta con sé anche caldo afoso condito da interminabili giornate di studio o lavoro. Fortunatamente a Milano sappiamo che su due cose possiamo (quasi) sempre fare affidamento: L’aria condizionata e l’ora dell’aperitivo. La brezza dell’aria fredda sparata a 19° C sul collo è un must have che permette di farci arrivare a fine giornata. E come scaricare al meglio lo stress accumulato se non con un bell’aperitivo all’ombra dei gazebo di Corso Como e degli alberi di parco Sempione? Che sia con i colleghi dopo aver staccato dal lavoro, con gli amici o con il proprio partner gli aperitivi estivi sono tappa fissa nella giornata tipo del milanese doc.

Andiamo insieme a scoprire quali sono alcuni dei più rinomati aperitivi estivi nel centro della città meneghina:

 

11ROOFTOP – Corso Como

11rooftop

Gli aperitivi estivi del 11rooftop sono una vetrina immersa tra le architetture urbane, è un luogo dalle atmosfere estive con deliziosi gazebo e tavoli in marmo statuario, divani per rilassanti sedute incorniciati da verdi siepi.

11rooftop è anche la magia delle luci che al tramonto rivelano la sua anima artistica, una terrazza dalla quale si gode di una prospettiva privilegiata che si apre a scenari glamour e metropolitani del nuovo e pulsante quartiere di Porta Nuova. Prelibati drink,  preparati da esperti mio logistica,  permettono di far vivere incredibili esperienze di gusto.

A  soli 10€ permette di farsi un gustoso aperitivo a buffet con la possibilità di ingresso OMAGGIO in serata presso 11 Clubroom.

 

JUST CAVALLI – Parco Sempione

JUSTCAVALLI1

Il Just Cavalli è un punto di riferimento per la città di Milano per eventi d’elite, feste aziendali, per cene, per una serata indimenticabile in discoteca o semplicemente per un aperitivo.
Da maggio a settembre, il locale sboccia in tutto il suo incanto grazie a 2500 mq di suggestivo dehors e scenario ideale per eleganti aperitivi estivi. Un’isola fiorita nel verde più esclusivo di Milano, Parco Sempione.

E possibile prendere parte al buffet a soli 10€ (10€ sabato), che consentono anche l’accesso GRATUITO alla serata.

 

BAR BIANCO – Parco Sempione

Bar Bianco

Nel verde del parco Sempione, ormai è un’istituzione tra gli aperitivi estivi milanesi: con la bella stagione riapre puntuale il “Bar Bianco”, l’ex chiosco della Centrale del latte diventato un bar alla moda. Bar Bianco è aperto di giorno e di notte, ogni sera richiama tantissimi avventori sia all’ora dell’aperitivo sia dopo cena.

Strutturato su due livelli, con un bar ricco di tavoli che si affaccia sul parco e la terrazza al piano superiore, in stile lounge, dall’atmosfera più vivace grazie anche alla musica selezionata dai dj che non manca mai.

Si organizzano feste, serate a tema, e splendidi aperitivi estivi con ricchi buffet al prezzo di 10€.

 

BOBINO CLUB – Navigli

bobino

Il locale, nato come club e discobar, affianca alla ricca programmazione notturna una proposta gastronomica di spessore, che prevede, dalle 19 alle 22, un ricco buffet.

Periodicamente gli aperitivi estivi vengono arricchiti da eventi gastronomici, degustazioni e approfondimenti di cucina regionale, nazionale e internazionale in collaborazione con aziende leader o emergenti del settore food.

Anche qui a soli 10€ è previsto accesso a buffet e serata.

Organizza il tuo aperitivo su misura, per info e prenotazioni chiama o scrivi al n° 3311567421 .
Non ci resta che agurarvi un buon aperitivo.