fbpx

Esame di maturità 2019: ecco tutte le novità

Esame maturità 2019, tutte le novità

Esame di maturità 2019: ecco tutte le novità

di Francesca Sìrtori

L’esame di maturità 2019 ha subito delle significative modifiche: dalla terza prova alla tesina, passando per lo scritto di italiano e la prova orale. Ecco quali sono tutte le novità introdotte dal Ministero

 

“Matura, non ci fai paura!”: questo è il motto che da tempo i maturandi hanno fatto proprio, per cercare di scacciare e rifuggire l’incubo e la suggestione che la prova di maturità scatena in ogni generazione, anno dopo anno. È un momento incredibilmente importante per ogni liceale, il confine da valicare per mettere la bandierina a una tappa fondamentale della propria crescita e, teoricamente, potersi poi concentrare su un altro importantissimo obiettivo: la laurea. Soprattutto negli ultimi anni però, la prova di maturità ha subito parecchi cambiamenti e revisioni, anche a distanza di poco tempo.

Il 2019 rappresenta un nuovo punto di svolta per questo esame: infatti, solo pochi giorni fa, il Miur ha comunicato le materie della seconda prova, oltre che alcune recenti direttive sull’esame orale, dando una struttura un po’ meno nebulosa a questa rinnovata versione dell’esame di maturità che debutterà a giugno. Mancano ancora diversi dettagli su quanto potrebbe accadere nei giorni fatidici delle prove, ma qui di seguito proviamo a riassumerti in una manciata di punti quanto è stato reso noto finora.

Esame di maturità 2019, la terza prova è la grande esclusa

Niente più “quizzone”. Dopo la prima prova di Italiano, il giorno 19 giugno, e la seconda prova declinata ad hoc per ogni indirizzo, prevista il 20 giugno, si passa subito all’esame orale. Un bel macigno in meno da portarsi sulle spalle: significa infatti avere molto meno da studiare e, si spera, vedere la fine del tunnel e le spiagge un po’ prima del tempo.

L’esame di maturità perde un altro pilastro: la tesina

È tempo di saluti anche per la tesina, per qualcuno un cavallo di battaglia con cui cominciare la prova orale dell’esame di maturità, per altri un’altra fatica da sopportare. Se effettivamente la tesina era spesso un escamotage per indirizzare il colloquio a proprio favore (almeno in linea di massima), non è detto che questa cancellazione sia per forza un punto a tuo sfavore. Ci sono altre novità in serbo per te, caro maturando…

Un cambiamento epocale nell’esame di maturità: le novità per la prima prova

Per una tipologia di testo che se ne va, ne raddoppia un’altra. Infatti, tra gli altri grandi assenti del nuovo esame di maturità, troviamo anche il tema storico e il saggio breve, eliminati dallo scritto di italiano che si presenta anch’esso in forma del tutto rinnovata. In meglio? Questo dipende dalle vostre inclinazioni: l’analisi del testo raddoppia, così come il tema di attualità, mentre farà la sua prima apparizione il testo argomentativo. In totale troveremo due tracce per l’analisi del testo (tipologia A), tre tracce per il testo argomentativo (tipologia B), due tracce per il tema di attualità (tipologia C).

Esame maturità 2019, tutte le novità

Seconda prova della maturità 2019: double the trouble

Finora abbiamo parlato di eliminazioni, ma sarà la seconda prova dell’esame di maturità 2019 a rivelarsi un bell’osso duro. Per moltissimi indirizzi, quest’anno verterà su due materie caratterizzanti, proponendo una traccia mista, ossia Latino e Greco al liceo classico, Matematica e Fisica al liceo scientifico, due lingue straniere al linguistico.

Esame di maturità 2019 e prova orale: “sceglie la uno, la due o la tre?”

Tolta la tesina, come inizia il colloquio finale dell’esame di maturità? Un po’ come un game show: sceglierai una delle tre buste proposte dalla commissione, che dovrà preparare tanti spunti quanti sono i candidati, più altre due, contenenti materiali da discutere e commentare insieme al maturando. Sarà quindi nelle mani della sorte l’inizio della prova orale. Tranquillo però, non parlerai solo di argomenti scelti dal caso: sarà chiesta anche una relazione sull’alternanza scuola lavoro e la commissione chiederà conto allo studente delle attività svolte nei progetti inerenti a Cittadinanza e Costituzione, tra quelli inseriti nel curriculum scolastico.

Pronto a farti forza per affrontare l’ultima barriera che ti separa dalla libertà di banchi di scuola, verifiche e interrogazioni quotidiane?

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo anche tu taggando Uniglobe, per te la possibilità di vincere un ingresso omaggio all’aperitivo del Just Cavalli. Contattaci per maggiori informazioni.