fbpx

Festa della donna 2019: ecco cosa fare a Milano l’8 marzo

Festa della donna 2019: ecco cosa fare a Milano l’8 marzo

Festa della donna 2019: ecco cosa fare a Milano l’8 marzo

Per la festa della donna dell’8 marzo a Milano si terranno tanti eventi culturali alla scoperta dell’universo femminile

di Francesca Sìrtori

Giorno di festa e di riflessione, di eventi culturali e di serate in discoteca, la festa della donna è da sempre uno dei momenti più discussi durante l’anno, per via dei tanti significati che porta con sé.

La festa della donna è da sempre celebrata in molti modi diversi, per accontentare i gusti e le inclinazioni di tutti, così che ognuno possa attribuire il senso che preferisce a questa giornata. Vuoi scoprire di più sul passato del mondo femminile nella storia, ma non sai dove andare? Ecco allora qualche spunto per restare in Milano e dedicare un weekend all’insegna della storia della donna!

Festa della donna 2019: Il Matinée di Neiade si tinge di rosa

In un ciclo di appuntamenti presso lo Spazio Theca, gustando una squisita colazione firmata Savini, va in scena una Milano incredibile, fatta di mille storie, vere o immaginarie, che ne ricostruiscono e ne raccontano l’identità. In occasione della festa della donna 2019, con la storica Linda Bertella, si andrà alla scoperta del volto femminile di Milano per ripercorrere il tempo passato di questa città, costellato di donne in eleganti salotti o nelle sfarzose sale del Castello Sforzesco.

Si parlerà di Beatrice d’Este, Cecilia Gallerani, Giuditta, Clara Maffei e tante altre grandi donne, per raccontare una città diversa e inedita, tingendo lo Spazio Theca tutta di rosa. L’evento, su prenotazione, si terrà sabato 9 marzo, dalle ore 10:30, per una durata di circa 90 minuti con ritrovo presso lo storico Savini Caffè in Galleria, con una quota di partecipazione di 16€.

Festa della donna 2019: ecco cosa fare a Milano l’8 marzo

Festa della donna: Donne e amori di Milano, la mostra a Castello Sforzesco

La città di Milano da sempre è nota per le sue donne bellissime e per i suoi uomini inclini più di altri a commuoversi e a soffrire per le pene d’amore. Così le tante storie d’amore che nascono, si sviluppano e talvolta muoiono a Milano hanno da sempre avuto una certa fama: pensiamo alla solennità delle nozze tra Bona di Savoia e Galeazzo Maria Sforza o di quelle fra Ludovico il Moro e Beatrice d’Este, fino ai celeberrimi Renzo e Lucia dei Promessi Sposi. Venerdì 8 marzo, in occasione proprio della festa della donna, alle ore 11:00, si parla di Donne e amori di Milano, con ritrovo alla torre d’ingresso del Castello Sforzesco al costo di 12€ a persona.

Milano conosce una serie infinita di storie d’amore anche meno note, ma non meno importanti, che fra ardori e sofferenze hanno ispirato la costruzione di Palazzi cittadini, di celebri poemi e di magnifiche opere d’arte. La visita guidata ti farà ripercorrere le emozioni dei secoli passati, rivivendo le fughe degli amanti, le tresche nei palchi del Teatro alla Scala, le scappatelle nelle case chiuse del centro di Milano, gli scandali dei primi divorzi sulle orme di Caravaggio, Stendhal, Donizetti, Foscolo e molti altri ancora. A seguire i delitti passionali, in un viaggio tra amore e educazione sentimentale, ripercorrendo di pari passo il tema dell’emancipazione della donna.

Festa della donna 2019: le donne del Cimitero Monumentale

La storia delle donne e della loro emancipazione corre parallela a quella del Cimitero Monumentale: si devono infatti proprio a due donne sia l’idea di sviluppare cimiteri al di fuori delle mura urbane, che quella di maggiori libertà per il popolo femminile. Parliamo di Maria Teresa d’Austria, che nel 1743 per prima emana il decreto di divieto delle sepolture nelle chiese urbane, e di Maria Antonietta, sotto il cui regno si sollevano le prime voci a sostegno del ruolo pubblico delle donne, come quella di Olympe de Gouges, autrice della Dichiarazione dei diritti della donna e dei cittadini.

Sempre l’8 marzo, in occasione della festa della donna 2019, alle ore 15:00 e al costo di 12€ comincia il percorso Le donne del Cimitero Monumentale che seguirà questa evoluzione storica e sociale, attraverso figure di donne illustri che hanno saputo ritagliarsi un ruolo di primaria importanza tra Ottocento e Novecento. Passando dalla letteratura con Neera e Alda Merini alla moda con Biki e Iole Veneziani, allo spettacolo con Wanda Osiris, fino all’intreccio tra cultura e politica. Il percorso sarà anche un’occasione per approfondire temi legati alla figura femminile, come la maternità, l’aborto e la beneficenza, e per scoprire le opere di rare donne-artiste, quali Lina Arpesani e Lea D’Avanzo.

Sei pronto a prendere parte a uno di questi eventi interessanti sul passato delle donne, proprio nel giorno dedicato alla loro festa?

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo anche tu taggando Uniglobe, per te la possibilità di vincere un ingresso omaggio all’aperitivo del Just Cavalli. Contattaci per maggiori informazioni.