fbpx

Titanic VR, arriva a Milano l’esplorazione virtuale del famoso transatlantico

Titanic VR, alla scoperta del transatlantico sommerso

 Titanic VR, alla scoperta del transatlantico sommerso

di Francesca Sìrtori

L’evento Titanic VR, che si terrà a Milano tutti i weekend dal 19 gennaio al 24 febbraio, darà la possibilità ai visitatori di esplorare il relitto del Titanic grazie alla realtà aumentata

 

La storia del transatlantico più famoso di tutti i tempi, ovvero il Titanic, non smette mai di affascinare il pubblico di qualsiasi età, curioso di scoprire sempre maggiori dettagli sulla nave che ha colpito l’immaginario collettivo dopo il film del 1997 di James Cameron, per il quale abbiamo versato parecchie lacrime per la storia d’amore tra Jack e Rose.

Titanic VR, l’unione di tecnologia e storia

Parliamo del Titanic e di un progetto che rientra nel programma VR Zone presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, in via San Vittore 21. Dal 19 gennaio 2019 la strutturazione di questo progetto prevede un calendario di attività educative sviluppate con la realtà virtuale, in partnership con Sony Interactive Entertainment Italia.

L’evento, intitolato Titanic VR, è ispirato ai temi del Museo, offrendo dunque esplorazioni di cielo e mare e permettendo di conoscere meglio tutto quello che finora si conosce circa la conquista dello Spazio, senza dimenticare il grande personaggio a cui è intitolato il museo, Leonardo da Vinci. Nel caso specifico di questo evento, accessibile ogni sabato e domenica fino al 24 febbraio 2019, la spettacolarità è davvero notevole.

Titanic VR, l’esplorazione in realtà virtuale

Grazie alla simulazione con i visori e i controller PlayStation®Vr, il pubblico viene trascinato direttamente sul fondo dell’Oceano Atlantico, a bordo di un sottomarino a comando remoto, proprio come avveniva all’inizio del sopracitato film. In questo modo, si andrà alla scoperta del relitto del celebre transatlantico britannico, naufragato il 15 aprile 1912, mettendosi alla ricerca di reperti sommersi da ben più di un secolo. Nei panni del ricercatore Dr. Ethan Lynch, Professore Associato di Archeologia Marittima, potrai vivere in prima persona l’esperienza di pilotare un sommergibile a comando remoto, per andare alla ricerca di reperti all’interno della fedele riproduzione virtuale del Titanic, al buio dei quasi 4.000 metri di profondità nel cuore dell’Oceano Atlantico Settentrionale. Dopo aver esplorato da cima a fondo il relitto e aver vissuto un’esperienza davvero entusiasmante, l’avventura non è ancora finita: allestito nel padiglione aeronavale, il progetto consente di visitare tutto lo spazio e osservare da vicino l’esposizione delle grandi navi.

Titanic VR, alla scoperta del transatlantico sommerso

Titanic VR: la realtà virtuale non è un gioco

Grazie a questo progetto si uniscono in un solo evento diversi elementi, anche molto diversi fra loro: l’esplorazione di un relitto, entrato a far parte della storia, avviene per la prima volta in una modalità del tutto nuova, grazie alla tecnologia avanzata della realtà virtuale che si sta diffondendo sempre di più. Questo progetto dimostra che le innovazioni a livello tecnologico e primariamente dedicate all’ambito gaming hanno caratteristiche assolutamente fluide e sono adattabili a diversi utilizzi, senza escludere il settore dell’educazione e della scoperta. Non per nulla infatti, il programma prevede una serie di attività organizzate con l’uso della realtà virtuale, andando anche ad abbattere il muro del pregiudizio su questa nuova tecnologia, dedicata a vari usi oltre che a quello del puro intrattenimento.

Le diverse attività, della durata di un’ora, sono condotte da alcuni animatori scientifici del museo ed sono accessibili a tutti, anche a visitatori diversamente abili, a partire dai 12 anni di età. Potranno fare ingresso anche gli accompagnatori, che non avranno bisogno di acquistare un biglietto e seguiranno il viaggio sui fondali dell’oceano sugli schermi appositamente posizionati. Ricordiamo che è possibile partecipare all’evento solo su prenotazione obbligatoria e acquisto online dei biglietti per ottenere l’ingresso a uno di questi orari: l’esposizione si svolge il sabato alle ore 14.30, 15.30, 16.30 e 17.30, mentre la domenica si tiene alle ore 11, 12, 14, 15, 16 e 17.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo anche tu taggando Uniglobe, per te la possibilità di vincere un ingresso omaggio all’aperitivo del Just Cavalli. Contattaci per maggiori informazioni.